GLI ASPARAGI SELVATICI

E’ un arbusto perenne, legnoso ,rampicante, ramificato  che cresce nei pascoli incolti, lungo i muretti a secco, nei boschi di quercia.

Di questi asparagi si raccolgono i giovani germogli che spuntano in primavera che sono commestibili e vengono  usati lessati e conditi con olio e limone, oppure  per  le frittate,  i risotti, gli sformati e le zuppe.



Da non confondersi con il luppolo selvatico o con i germogli di pungitopo  che  sono entrambi chiamati anche "asparagi selvatici", i cui germogli vengono  raccolti a primavera nelle campagne e nei luoghi incolti per essere usati per risotti, frittate e minestre.