LE "ROSE di CHIOGGIA"

Sono  un  radicchio, della famiglia  delle cicorie, di forma rotonda, compatta, di pezzatura medio grande, dalle foglie rosse  con nervature centrali bianche che si fregia della denominazione IGP.

Originariamente era  coltivato solo  nella città lagunare di Chioggia, a sud di Venezia, fin dal lontano 1930 quando dal seme del “Radicchio Rosso di Castelfranco”  , attraverso attente selezioni  particolari, giunsero negli anni cinquanta, all’attuale radicchio rosso di Chioggia.

Ora la coltivazione  si è estesa  a tutta la provincia  oltre che di Venezia, anche di Padova e  Rovigo, ma resta sempre una produzione strettamente veneta.

E’ una pianta ad alta adattabilità, ma predilige terreni che drenano bene ed è fortemente influenzata dalla vicinanza del mare.

La raccolta si svolge quando le foglie centrali  hanno assunto un bel colore rosso, risultano essere ben abbarbicate da formare un grumolo compatto e  tagliando la radice 2/3 centimetri  sotto la base delle foglie e  pulito dalle più esterne.

Questo radicchio ha un  sapore leggermente amarognolo, dalle foglie  croccanti e  può  essere consumato crudo, soffritto con aglio e cipolla o  nelle frittate .

E’ un ottimo depuratore intestinale, ricco di potassio, calcio, vitamine e  altri sali minerali, ma povero di calorie perciò indicato nelle diete.